IPSOA Quotidiano

Saldo IMU 2022 tra esenzioni e riduzioni

07/12/2022 - Esenzioni, riduzioni ed esclusioni dal presupposto impositivo: sono tutte agevolazioni IMU riservate a determinate categorie di immobili. Se il possesso dell’abitazione principale non costituisce presupposto d’imposta (salvo che si tratti di un’unità abitativa classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9), dal 1° gennaio 2022 sono esenti da IMU i fabbricati “merce”. La seconda rata dell’imposta non è dovuta per gli immobili del settore spettacolo, come confermato dal decreto Aiuti quater. Sono poi previste riduzioni dell'aliquota (ad esempio per abitazioni locate a canone concordato), dell'imponibile (per i fabbricati di interesse storico o artistico) o dell'imposta dovuta (ad esempio per i pensionati non residenti, limitatamente però al 2022). Esenzioni, riduzioni ed esclusioni dal presupposto impositivo: sono tutte agevolazioni IMU riservate a determinate categorie di immobili. Se il possesso dell’abitazione principale non costituisce presupposto d’imposta (salvo che si tratti di un’unità abitativa classificata nelle categorie catastali A/1, A/8 o A/9), dal 1° gennaio 2022 sono esenti da IMU i fabbricati “merce”. La seconda rata dell’imposta non è dovuta per gli immobili del settore spettacolo, come confermato dal decreto Aiuti quater. Sono poi previste riduzioni dell'aliquota (ad esempio per abitazioni locate a canone concordato), dell'imponibile (per i fabbricati di interesse storico o artistico) o dell'imposta dovuta (ad esempio per i pensionati non residenti, limitatamente però al 2022).

Piattaforme elettroniche: nuovo obbligo comunicativo contro l'evasione IVA

07/12/2022 - Tra le misure di contrasto all’evasione dell’IVA contenute nella legge di Bilancio 2023 figurano i nuovi obblighi posti a carico dei gestori delle piattaforme elettroniche che facilitano le vendite on line. I gestori delle piattaforme elettroniche dovranno comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai fornitori e alle operazioni effettuate. L’adempimento sarà limitato alle vendite a privati consumatori di beni mobili, esistenti nel territorio dello Stato, la cui individuazione sarà affidata a un decreto del Ministro dell’Economia e delle finanze. Tra le misure di contrasto all’evasione dell’IVA contenute nella legge di Bilancio 2023 figurano i nuovi obblighi posti a carico dei gestori delle piattaforme elettroniche che facilitano le vendite on line. I gestori delle piattaforme elettroniche dovranno comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati relativi ai fornitori e alle operazioni effettuate. L’adempimento sarà limitato alle vendite a privati consumatori di beni mobili, esistenti nel territorio dello Stato, la cui individuazione sarà affidata a un decreto del Ministro dell’Economia e delle finanze.

Rendicontazione pubblica Paese per Paese nell'UE: a che punto siamo?

07/12/2022 - Gli Stati membri UE hanno tempo fino al 22 giugno 2023 per recepire la direttiva n. 2021/2101, che obbligherà le grandi multinazionali a dichiarare pubblicamente le tasse pagate in ciascun Paese EU (public CBCR - Country-by-Country reporting). Una volta inserite nel contesto domestico, le norme si applicheranno, al più tardi, a partire dalla data di inizio del primo esercizio finanziario che inizia il 22 giugno 2024 o successivamente. I singoli Stati membri possono comunque optare per un'adozione anticipata delle norme. Qual è oggi lo stato di avanzamento effettivo dell'attuazione delle nuove norme nella legislazione nazionale degli Stati membri? Gli Stati membri UE hanno tempo fino al 22 giugno 2023 per recepire la direttiva n. 2021/2101, che obbligherà le grandi multinazionali a dichiarare pubblicamente le tasse pagate in ciascun Paese EU (public CBCR - Country-by-Country reporting). Una volta inserite nel contesto domestico, le norme si applicheranno, al più tardi, a partire dalla data di inizio del primo esercizio finanziario che inizia il 22 giugno 2024 o successivamente. I singoli Stati membri possono comunque optare per un'adozione anticipata delle norme. Qual è oggi lo stato di avanzamento effettivo dell'attuazione delle nuove norme nella legislazione nazionale degli Stati membri?

Premi non pagati all'INAIL: sanzioni più alte per i datori di lavoro

07/12/2022 - L’INAIL inizierà a breve le elaborazioni finalizzate all’iscrizione a ruolo dei premi scaduti al 30 giugno 2022. Insieme ai premi, vanno iscritte anche le sanzioni civili per mancato pagamento calcolate fino alla data di consegna del ruolo, che, presumibilmente, avverrà con data 25 dicembre 2022. Nella quantificazione delle sanzioni civili si deve considerare l’aumento del tasso BCE, oggi pari al 2%, al quale si devono aggiungere 5,5 punti, come indicato nella legge n. 388/2000. In sostanza, le sanzioni civili per omesso pagamento verranno calcolate al 7,5%. Quali sono nel dettaglio tutte le regole operative connesse al pagamento dei premi INAIL? L’INAIL inizierà a breve le elaborazioni finalizzate all’iscrizione a ruolo dei premi scaduti al 30 giugno 2022. Insieme ai premi, vanno iscritte anche le sanzioni civili per mancato pagamento calcolate fino alla data di consegna del ruolo, che, presumibilmente, avverrà con data 25 dicembre 2022. Nella quantificazione delle sanzioni civili si deve considerare l’aumento del tasso BCE, oggi pari al 2%, al quale si devono aggiungere 5,5 punti, come indicato nella legge n. 388/2000. In sostanza, le sanzioni civili per omesso pagamento verranno calcolate al 7,5%. Quali sono nel dettaglio tutte le regole operative connesse al pagamento dei premi INAIL?

Attività aeroportuali compagnie straniere: rinnovo parte economica del CCNL

07/12/2022 - Per i lavoratori dipendenti delle compagnie aeree straniere affiliate a Fairo, Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl-TA, con Fairo, hanno rinnovato la parte economica specifica del CCNL del settore Trasporto aereo - Attività aeroportuali. L’accordo è stato raggiunto grazie alla firma del Protocollo di intesa del 5 dicembre 2022. Il contratto presenta delle rilevanti novità con riferimento all’una tantum, ai minimi retributivi tabellari e alla previdenza integrativa e avrà decorrenza a partire dal 1° gennaio 2017, fino al 31 dicembre 2022. Per i lavoratori dipendenti delle compagnie aeree straniere affiliate a Fairo, Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti e Ugl-TA, con Fairo, hanno rinnovato la parte economica specifica del CCNL del settore Trasporto aereo - Attività aeroportuali. L’accordo è stato raggiunto grazie alla firma del Protocollo di intesa del 5 dicembre 2022. Il contratto presenta delle rilevanti novità con riferimento all’una tantum, ai minimi retributivi tabellari e alla previdenza integrativa e avrà decorrenza a partire dal 1° gennaio 2017, fino al 31 dicembre 2022.

Fringe benefit: esenzione fino a 3.000 euro solo per il 2022?

07/12/2022 - Per far fronte al caro energia il decreto Aiuti quater porta l’esenzione fino a 3.000 euro per i fringe benefit, aprendo allo stesso tempo a nuove tipologie di benefits, tra cui il rimborso di bollette energetiche, idriche o di gas. Si tratta di una disposizione innovativa che consente alle imprese di poter essere sensibili all’aumento del costo della vita. Alla luce dell’incremento del precedente limite, previsto dal decreto Aiuti bis, occorre valutare se i fondi stanziati, pari a 243 milioni di euro, possano essere sufficienti per il 2022. Ovvero, possiamo (o dobbiamo) attenderci un aggiornamento del valore del fondo a sostegno di una norma che, se interpretata alla lettera, consentirà (o imporrà) ai sostituti d'imposta di conguagliare (presumibilmente a favore dei lavoratori) anche le auto aziendali o altri beni in natura? Per far fronte al caro energia il decreto Aiuti quater porta l’esenzione fino a 3.000 euro per i fringe benefit, aprendo allo stesso tempo a nuove tipologie di benefits, tra cui il rimborso di bollette energetiche, idriche o di gas. Si tratta di una disposizione innovativa che consente alle imprese di poter essere sensibili all’aumento del costo della vita. Alla luce dell’incremento del precedente limite, previsto dal decreto Aiuti bis, occorre valutare se i fondi stanziati, pari a 243 milioni di euro, possano essere sufficienti per il 2022. Ovvero, possiamo (o dobbiamo) attenderci un aggiornamento del valore del fondo a sostegno di una norma che, se interpretata alla lettera, consentirà (o imporrà) ai sostituti d'imposta di conguagliare (presumibilmente a favore dei lavoratori) anche le auto aziendali o altri beni in natura?

Revisori Enti Locali: lo schema del parere sulla proposta di bilancio di previsione 2023-2025

02/12/2022 - Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (CNDCEC), in collaborazione con l'Associazione nazionale certificatori e revisori degli enti locali (Ancrel), ha reso disponibile lo schema di “Parere dell'organo di revisione sulla proposta di bilancio di previsione 2023-2025". Il Consiglio Nazionale raccomanda i propri iscritti, prima della predisposizione della documentazione, di leggere attentamente le istruzioni contenute nella guida allegata per l’utilizzo dei documenti in formato word e excel. Il Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (CNDCEC), in collaborazione con l'Associazione nazionale certificatori e revisori degli enti locali (Ancrel), ha reso disponibile lo schema di “Parere dell'organo di revisione sulla proposta di bilancio di previsione 2023-2025". Il Consiglio Nazionale raccomanda i propri iscritti, prima della predisposizione della documentazione, di leggere attentamente le istruzioni contenute nella guida allegata per l’utilizzo dei documenti in formato word e excel.

Istituito il Registro dei revisori legali dei revisori di Paesi terzi

28/11/2022 - Il 26 novembre 2022 è entrato in vigore il Regolamento 1° settembre 2022, n. 174 che disciplina l’iscrizione nel Registro dei revisori legali dei revisori di Paesi terzi. Il Ministero dell’Economia e della Finanza - Ragioneria dello Stato - sezione speciale revisori legali comunica che in apposita sezione sono presenti le informazioni di dettaglio e la modulistica per l’iscrizione. Al momento della presentazione della domanda di iscrizione nella Sezione dei revisori e degli enti di revisione contabile di Paesi terzi, i soggetti richiedenti sono tenuti al versamento di un contributo fisso, determinato in euro 150,00, a copertura delle spese amministrative. Il 26 novembre 2022 è entrato in vigore il Regolamento 1° settembre 2022, n. 174 che disciplina l’iscrizione nel Registro dei revisori legali dei revisori di Paesi terzi. Il Ministero dell’Economia e della Finanza - Ragioneria dello Stato - sezione speciale revisori legali comunica che in apposita sezione sono presenti le informazioni di dettaglio e la modulistica per l’iscrizione. Al momento della presentazione della domanda di iscrizione nella Sezione dei revisori e degli enti di revisione contabile di Paesi terzi, i soggetti richiedenti sono tenuti al versamento di un contributo fisso, determinato in euro 150,00, a copertura delle spese amministrative.

Comunicazione societaria sulla sostenibilità: arriva il via libero definitivo

28/11/2022 - Il Consiglio dell’UE informa di aver approvato in via definitiva la direttiva relativa alla comunicazione societaria sulla sostenibilità. Le imprese saranno presto tenute a pubblicare informazioni dettagliate in merito alle questioni di sostenibilità. I mercati finanziari hanno infatti bisogno di accedere a informazioni in materia ambientale, sociale e di governance affidabili, pertinenti e comparabili affinché il capitale privato sia indirizzato verso il finanziamento della transizione verde e sociale. La divulgazione di informazioni sulla sostenibilità potrebbe attrarre ulteriori investimenti e finanziamenti per facilitare la transizione verso un'economia sostenibile quale delineata nel Green Deal. Il Consiglio dell’UE informa di aver approvato in via definitiva la direttiva relativa alla comunicazione societaria sulla sostenibilità. Le imprese saranno presto tenute a pubblicare informazioni dettagliate in merito alle questioni di sostenibilità. I mercati finanziari hanno infatti bisogno di accedere a informazioni in materia ambientale, sociale e di governance affidabili, pertinenti e comparabili affinché il capitale privato sia indirizzato verso il finanziamento della transizione verde e sociale. La divulgazione di informazioni sulla sostenibilità potrebbe attrarre ulteriori investimenti e finanziamenti per facilitare la transizione verso un'economia sostenibile quale delineata nel Green Deal.

Credito d'imposta energia e gas: la mappa delle nuove aliquote - Infografica

07/12/2022 - Il credito d’imposta energia e gas ha visto da ultimo diverse modifiche, non solo dal decreto Aiuti quater, ma da ultimo, anche dal disegno di legge di Bilancio 2023. In base a tali modifiche le aliquote riconosciute salgono al 45%, tranne che per le imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW, diverse dalle imprese a forte consumo di energia elettrica, per le quali l’aliquota del credito d’imposta si colloca al 35%. Un grafico aiuterà a fare il punto sulle caratteristiche dei bonus in questione. Il credito d’imposta energia e gas ha visto da ultimo diverse modifiche, non solo dal decreto Aiuti quater, ma da ultimo, anche dal disegno di legge di Bilancio 2023. In base a tali modifiche le aliquote riconosciute salgono al 45%, tranne che per le imprese dotate di contatori di energia elettrica di potenza disponibile pari o superiore a 4,5 kW, diverse dalle imprese a forte consumo di energia elettrica, per le quali l’aliquota del credito d’imposta si colloca al 35%. Un grafico aiuterà a fare il punto sulle caratteristiche dei bonus in questione.

Superbonus, persone fisiche: 90% di detrazione su lavori 2023. Per quali spese e a quali condizioni

06/12/2022 - Il decreto Aiuti quater introduce significative novità in tema di bonus edilizi. Per quel che concerne le villette unifamiliari il superbonus 110% sarà fruibile per le spese sostenute entro il 31 marzo 2023, sempre che sia stato attestato il raggiungimento del 30% dei lavori al 30 settembre 2022. Al di fuori di tale ipotesi, la percentuale della detrazione scende al 90% in relazione agli interventi condotti a far data dal 1° gennaio 2023. La detrazione scende in relazione alle spese sostenute, a partire dal 2023, per lavori condotti su condomini ovvero edifici da due a quattro unità immobiliari, passando dal 110% al 90%. È possibile ripartire in dieci anni, anziché quattro ovvero cinque, l’utilizzo in compensazione dei crediti da superbonus 110. Il decreto Aiuti quater introduce significative novità in tema di bonus edilizi. Per quel che concerne le villette unifamiliari il superbonus 110% sarà fruibile per le spese sostenute entro il 31 marzo 2023, sempre che sia stato attestato il raggiungimento del 30% dei lavori al 30 settembre 2022. Al di fuori di tale ipotesi, la percentuale della detrazione scende al 90% in relazione agli interventi condotti a far data dal 1° gennaio 2023. La detrazione scende in relazione alle spese sostenute, a partire dal 2023, per lavori condotti su condomini ovvero edifici da due a quattro unità immobiliari, passando dal 110% al 90%. È possibile ripartire in dieci anni, anziché quattro ovvero cinque, l’utilizzo in compensazione dei crediti da superbonus 110.

Settori produttivi strategici: in vigore le misure urgenti a tutela dell'interesse nazionale

06/12/2022 - Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge 5 dicembre 2022, n. 187 recante misure urgenti a tutela dell'interesse nazionale nei settori produttivi strategici. In particolare, tenuto conto del carattere emergenziale assunto dalla crisi energetica, le imprese che gestiscono a qualunque titolo impianti e infrastrutture di rilevanza strategica per l'interesse nazionale nel settore della raffinazione di idrocarburi, garantiscono, con ogni mezzo, la sicurezza degli approvvigionamenti, nonché il mantenimento, la sicurezza e l’operatività delle reti e degli impianti, astenendosi da comportamenti che possono mettere a rischio la continuità produttiva e recare pregiudizio all'interesse nazionale. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge 5 dicembre 2022, n. 187 recante misure urgenti a tutela dell'interesse nazionale nei settori produttivi strategici. In particolare, tenuto conto del carattere emergenziale assunto dalla crisi energetica, le imprese che gestiscono a qualunque titolo impianti e infrastrutture di rilevanza strategica per l'interesse nazionale nel settore della raffinazione di idrocarburi, garantiscono, con ogni mezzo, la sicurezza degli approvvigionamenti, nonché il mantenimento, la sicurezza e l’operatività delle reti e degli impianti, astenendosi da comportamenti che possono mettere a rischio la continuità produttiva e recare pregiudizio all'interesse nazionale.

Ischia: versamenti per imposte, tasse e contributi sospesi fino al 30 giugno 2023

06/12/2022 - Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge 3 dicembre 2022, n. 186 che disciplina gli interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi eccezionali verificatisi nel territorio dell'isola di Ischia a partire dal 26 novembre 2022. In particolare il decreto prevede la sospensione dei termini dei versamenti tributari, delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative alle addizionali regionale e comunale all'imposta sul reddito delle persone fisiche, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, in scadenza dalla medesima data del 26 novembre 2022 al 30 giugno 2023, per i soggetti che alla data del 26 novembre 2022 avevano la residenza, ovvero la sede legale o la sede operativa nel territorio dei Comuni di Casamicciola Terme e di Lacco Ameno dell'isola di Ischia. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto legge 3 dicembre 2022, n. 186 che disciplina gli interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi eccezionali verificatisi nel territorio dell'isola di Ischia a partire dal 26 novembre 2022. In particolare il decreto prevede la sospensione dei termini dei versamenti tributari, delle ritenute alla fonte e delle trattenute relative alle addizionali regionale e comunale all'imposta sul reddito delle persone fisiche, dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l'assicurazione obbligatoria, inclusi quelli derivanti da cartelle di pagamento emesse dagli agenti della riscossione, in scadenza dalla medesima data del 26 novembre 2022 al 30 giugno 2023, per i soggetti che alla data del 26 novembre 2022 avevano la residenza, ovvero la sede legale o la sede operativa nel territorio dei Comuni di Casamicciola Terme e di Lacco Ameno dell'isola di Ischia.

Approvato il codice etico per i professionisti incaricati

05/12/2022 - Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha pubblicato il decreto 1° dicembre 2022 con allegato il Codice Etico che indica i princìpi guida della condotta da adottare da parte dei professionisti nominati dal Ministero nell’esecuzione degli incarichi. L'attività di tali soggetti deve essere rispettosa dei doveri di buona fede, lealtà, imparzialità e diligenza e degli obblighi di riservatezza, dev’essere inoltre conforme alla posizione di indipendenza nonché ossequiosa dei compiti di garanzia correlati. il Codice Etico è la carta dei diritti e doveri morali nonché mezzo efficace per prevenire comportamenti irresponsabili o illeciti da parte di chi opera in nome e per conto del Ministero. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy ha pubblicato il decreto 1° dicembre 2022 con allegato il Codice Etico che indica i princìpi guida della condotta da adottare da parte dei professionisti nominati dal Ministero nell’esecuzione degli incarichi. L'attività di tali soggetti deve essere rispettosa dei doveri di buona fede, lealtà, imparzialità e diligenza e degli obblighi di riservatezza, dev’essere inoltre conforme alla posizione di indipendenza nonché ossequiosa dei compiti di garanzia correlati. il Codice Etico è la carta dei diritti e doveri morali nonché mezzo efficace per prevenire comportamenti irresponsabili o illeciti da parte di chi opera in nome e per conto del Ministero.

RUNTS: chiarimenti sull'iscrizione per silenzio assenso

02/12/2022 - Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato nella Sezione relative agli enti del terzo Settore, la nota n. 18655 del 2 dicembre 2022 avente ad oggetto: “Trasmigrazione di ente già dotato di personalità giuridica. Iscrizione al RUNTS per silenzio assenso”. Lo scadere del termine procedimentale, ha comportato in favore dell'ente il consolidarsi del cd. silenzio-assenso che pone in capo all'Ufficio l'obbligo di provvedere senza ritardi all'iscrizione nel RUNTS, attraverso le funzionalità in uso, "senza provvedimento". Il Ministero ha comunque adottato alcune misure per garantire livelli accettabili di qualità, conoscibilità e trasparenza delle informazioni del Runts tra cui l'onere in capo agli enti iscritti senza provvedimento, di aggiornare e completare le informazioni che li riguardano e di depositare atti e bilanci degli ultimi due anni nel caso in cui essi non siano stati trasmessi agli uffici nel corso dell'istruttoria. Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali ha pubblicato nella Sezione relative agli enti del terzo Settore, la nota n. 18655 del 2 dicembre 2022 avente ad oggetto: “Trasmigrazione di ente già dotato di personalità giuridica. Iscrizione al RUNTS per silenzio assenso”. Lo scadere del termine procedimentale, ha comportato in favore dell'ente il consolidarsi del cd. silenzio-assenso che pone in capo all'Ufficio l'obbligo di provvedere senza ritardi all'iscrizione nel RUNTS, attraverso le funzionalità in uso, "senza provvedimento". Il Ministero ha comunque adottato alcune misure per garantire livelli accettabili di qualità, conoscibilità e trasparenza delle informazioni del Runts tra cui l'onere in capo agli enti iscritti senza provvedimento, di aggiornare e completare le informazioni che li riguardano e di depositare atti e bilanci degli ultimi due anni nel caso in cui essi non siano stati trasmessi agli uffici nel corso dell'istruttoria.

Quotidiano Giuridico

Le richieste istruttorie rigettate vanno reiterate in sede di precisazione delle conclusioni

06/12/2022 - In capo alla parte che si è vista rigettare dal giudice di primo grado le proprie richieste istruttorie sussiste l’onere di reiterarle al momento della...

Illecito disciplinare per l'avvocato tossicodipendente che spaccia stupefacenti

06/12/2022 - Nella determinazione della sanzione disciplinare occorre tenere in considerazione anche il comportamento successivo al fatto tenuto...

Diffamazione del parlamentare tramite Facebook: quando opera lo scudo dell'art. 68 Cost.?

06/12/2022 -

Nel dirimere un conflitto di attribuzioni sollevato dal Tribunale di Torino, la Corte costituzionale, con la sentenza n. 241/2022, ha ribadito, per ravvisare un nesso funzionale tra le dichiarazioni rese extra moenia da un parlamentare e l’espletamento delle sue funzioni è necessario che le stesse possano essere riconosciute come espressione dell’esercizio di attività parlamentare, vale a dire che assumano carattere divulgativo di quanto riconducibile a quest’ultima.

Speciali

Pace fiscale

Fonte: ipsoa.it

Reddito di cittadinanza

Fonte: ipsoa.it

Quota 100 e pensioni 2019

Fonte: ipsoa.it

Fattura elettronica

Fonte: ipsoa.it

Tariffe Inail 2019

Fonte: ipsoa.it

Auto: ecotassa e bonus 2019

Fonte: ipsoa.it

Fondo Garanzia PMI

Fonte: ipsoa.it

Video

La Mia Biblioteca

La Mia Biblioteca

Guarda i video
Bilancio: tante domande, un unico partner!

Bilancio: tante domande, un unico partner!

Guarda i video
IPSOA inPratica Ademimenti fiscali

IPSOA inPratica Ademimenti fiscali

Guarda i video
IPSOA Big Suite

IPSOA Big Suite

Guarda i video
IPSOA InPratica Adempimenti

IPSOA InPratica Adempimenti

Guarda i video
InPratica Lavoro

InPratica Lavoro

Guarda i video
TuttoLavoro Suite

TuttoLavoro Suite

Guarda i video