IPSOA Quotidiano

Lotta alle frodi contro gli interessi finanziari UE: modifiche al diritto penale

29/09/2022 - Il Consiglio dei Ministri del 28 settembre 2022 ha approvato in esame definitivo il decreto legislativo che introduce disposizioni correttive ed integrative del D.Lgs. n. 75 del 2020, di attuazione della direttiva (UE) 2017/1371 - direttiva PIF, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell'Unione mediante il diritto penale. Il Consiglio dei Ministri del 28 settembre 2022 ha approvato in esame definitivo il decreto legislativo che introduce disposizioni correttive ed integrative del D.Lgs. n. 75 del 2020, di attuazione della direttiva (UE) 2017/1371 - direttiva PIF, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell'Unione mediante il diritto penale.

Caro carburante e adempimenti per gli esercenti: pubblicato il modello per la trasmissione dei dati

29/09/2022 - L’Agenzia delle Dogane ha pubblicato il modello da utilizzare per la comunicazione entro il 7 ottobre 2022 dei dati relativi ai quantitativi di benzina, di gasolio usato come carburante, di gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti e di gas naturale usato per autotrazione giacenti presso i depositi commerciali o presso gli impianti di distribuzione stradale alla data di scadenza del periodo di vigenza della rideterminazione, in riduzione, delle relative aliquote di accisa. L’Agenzia delle Dogane ha pubblicato il modello da utilizzare per la comunicazione entro il 7 ottobre 2022 dei dati relativi ai quantitativi di benzina, di gasolio usato come carburante, di gas di petrolio liquefatti (GPL) usati come carburanti e di gas naturale usato per autotrazione giacenti presso i depositi commerciali o presso gli impianti di distribuzione stradale alla data di scadenza del periodo di vigenza della rideterminazione, in riduzione, delle relative aliquote di accisa.

Rivalutazione, riallineamento e affrancamento: revoca entro il 28 novembre 2022

29/09/2022 - La revoca dei regimi della rivalutazione, del riallineamento e dell’affrancamento è esercitata entro e non oltre il 28 novembre 2022, attraverso la presentazione di una dichiarazione integrativa per il periodo d’imposta in relazione al quale l’opzione per i regimi in questione è stata esercitata. Lo ha previsto l’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 29 settembre 2022, con cui ha specificato che la facoltà di revoca del regime della rivalutazione è riconosciuta anche ai soggetti che, alla data di pubblicazione del provvedimento, abbiano perfezionato la relativa opzione, in tutto o in parte, pur possedendo i requisiti per aderire alla rivalutazione per i settori alberghiero e termale. La revoca dei regimi della rivalutazione, del riallineamento e dell’affrancamento è esercitata entro e non oltre il 28 novembre 2022, attraverso la presentazione di una dichiarazione integrativa per il periodo d’imposta in relazione al quale l’opzione per i regimi in questione è stata esercitata. Lo ha previsto l’Agenzia delle Entrate con provvedimento del 29 settembre 2022, con cui ha specificato che la facoltà di revoca del regime della rivalutazione è riconosciuta anche ai soggetti che, alla data di pubblicazione del provvedimento, abbiano perfezionato la relativa opzione, in tutto o in parte, pur possedendo i requisiti per aderire alla rivalutazione per i settori alberghiero e termale.

Agenzie viaggio e tour operator: come applicare la decontribuzione

29/09/2022 - L’INPS, nel messaggio n. 3549 del 2022,indica le modalità di esposizione in denuncia contributiva della decontribuzione per i datori di lavoro privati operanti nel settore delle agenzie di viaggi e deitour operator. Nel contempo l’Istituto fornisce indicazioni riguardo la elaborazione delle istanze e la presentazione delle richieste di riesame. L’INPS, nel messaggio n. 3549 del 2022,indica le modalità di esposizione in denuncia contributiva della decontribuzione per i datori di lavoro privati operanti nel settore delle agenzie di viaggi e deitour operator. Nel contempo l’Istituto fornisce indicazioni riguardo la elaborazione delle istanze e la presentazione delle richieste di riesame.

Maternità flessibile e posticipata: certificazioni solo al datore di lavoro

29/09/2022 - L’INPS, con la circolare n. 106 del 2022, modifica la regolamentazione riferita alla consegna all’Istituto della documentazione medica necessaria per fruire della flessibilità del congedo di maternità e per astenersi dal lavoro esclusivamente dopo l’evento del parto. Anche con riferimento alle domande già presentate, le certificazioni devono essere presentate esclusivamente ai datori di lavoro e l’Istituto si limiterà ad effettuare I controlli sui requisiti di accesso alla fruizione flessibile el congedo. L’INPS, con la circolare n. 106 del 2022, modifica la regolamentazione riferita alla consegna all’Istituto della documentazione medica necessaria per fruire della flessibilità del congedo di maternità e per astenersi dal lavoro esclusivamente dopo l’evento del parto. Anche con riferimento alle domande già presentate, le certificazioni devono essere presentate esclusivamente ai datori di lavoro e l’Istituto si limiterà ad effettuare I controlli sui requisiti di accesso alla fruizione flessibile el congedo.

Smart working: comunicazione con procedura semplificata fino al 31 dicembre

29/09/2022 - Procedura emergenziale semplificata per le comunicazioni dello smart working fino al 31 dicembre 2022. Lo ricorda il Ministero del Lavoro nel comunicato stampa del 28 settembre 2022. La legge di conversione del decreto Aiuti bis ha, infatti, prorogato fino a fine anno la procedura emergenziale semplificata di comunicazione telematica del lavoro agile per i lavoratori del settore privato, senza necessità di sottoscrizione dell'accordo individuale. Procedura emergenziale semplificata per le comunicazioni dello smart working fino al 31 dicembre 2022. Lo ricorda il Ministero del Lavoro nel comunicato stampa del 28 settembre 2022. La legge di conversione del decreto Aiuti bis ha, infatti, prorogato fino a fine anno la procedura emergenziale semplificata di comunicazione telematica del lavoro agile per i lavoratori del settore privato, senza necessità di sottoscrizione dell'accordo individuale.

Assirevi, Documento di Ricerca n. 249

27/09/2022 - La relazione di revisione sul bilancio: linee guida per casi particolari. La relazione di revisione sul bilancio: linee guida per casi particolari.

Assirevi, Documento di Ricerca n. 248

27/09/2022 - Utilizzo della firma elettronica (digitale) nella revisione contabile: aspetti applicativi. Utilizzo della firma elettronica (digitale) nella revisione contabile: aspetti applicativi.

Assirevi, Documento di Ricerca n. 221-R

27/09/2022 - I pareri richiesti alla società di revisione nei casi di aumento del capitale sociale con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, quarto e quinto comma, del codice civile e dell’art. 158 D.Lgs. n. 58/1998. I pareri richiesti alla società di revisione nei casi di aumento del capitale sociale con esclusione del diritto di opzione ai sensi dell’art. 2441, quarto e quinto comma, del codice civile e dell’art. 158 D.Lgs. n. 58/1998.

Programma Europa digitale: pubblicati i bandi per investire 200 milioni di euro nelle tecnologie digitali

29/09/2022 - La Commissione UE informa ha pubblicato la terza serie di inviti a presentare proposte per il programma Europa digitale, del valore di 200 milioni di euro nell'ambito dei programmi di lavoro 2021-2022. I bandi sono aperti alle imprese, alle pubbliche amministrazioni e ad altri soggetti degli Stati membri dell'UE, dei paesi EFTA/SEE e dei paesi associati. Il termine per questi bandi è previsto per il 24 gennaio 2023. La Commissione UE informa ha pubblicato la terza serie di inviti a presentare proposte per il programma Europa digitale, del valore di 200 milioni di euro nell'ambito dei programmi di lavoro 2021-2022. I bandi sono aperti alle imprese, alle pubbliche amministrazioni e ad altri soggetti degli Stati membri dell'UE, dei paesi EFTA/SEE e dei paesi associati. Il termine per questi bandi è previsto per il 24 gennaio 2023.

Contratti di sviluppo: assegnate le risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2021-2027

29/09/2022 - Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto 10 agosto 2022 del Ministero dello Sviluppo Economico il quale stabilisce che le risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2021-2027 assegnate per il finanziamento della misura dei contratti di sviluppo sono destinate: per euro 1.500.000.000,00 a contratti di sviluppo oggetto di istanze presentate in procedura ordinaria; per euro 500.000.000,00 ad accordi di programma sottoscritti successivamente alla data di pubblicazione del presente decreto e a istanze di accordo di sviluppo aventi a oggetto programmi di sviluppo industriali o programmi di sviluppo per la tutela ambientale. Pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto 10 agosto 2022 del Ministero dello Sviluppo Economico il quale stabilisce che le risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2021-2027 assegnate per il finanziamento della misura dei contratti di sviluppo sono destinate: per euro 1.500.000.000,00 a contratti di sviluppo oggetto di istanze presentate in procedura ordinaria; per euro 500.000.000,00 ad accordi di programma sottoscritti successivamente alla data di pubblicazione del presente decreto e a istanze di accordo di sviluppo aventi a oggetto programmi di sviluppo industriali o programmi di sviluppo per la tutela ambientale.

Crediti d'imposta energia: la mappa per le imprese energivore, gasivore e non - Infografiche

29/09/2022 - Per contrastare gli aumenti dell’energia elettrica e del gas che si stanno registrando a seguito della crisi militare scoppiata in Ucraina, il Governo è intervenuto con l’introduzione di alcuni crediti d’imposta per compensare i maggiori costi. Sono interessate ai bonus non solo le c.d. imprese energivore e gasivore, ovvero quelle a maggior consumo di energia elettrica e gas, ma anche quelle non energivore e non gasivore. Le agevolazioni sono state inserite a più riprese e con i vari decreti che si sono succeduti nei mesi scorsi, per cui il quadro è abbastanza complesso e articolato. In due infografiche si sintetizzano gli aspetti più rilevanti dei bonus. Per contrastare gli aumenti dell’energia elettrica e del gas che si stanno registrando a seguito della crisi militare scoppiata in Ucraina, il Governo è intervenuto con l’introduzione di alcuni crediti d’imposta per compensare i maggiori costi. Sono interessate ai bonus non solo le c.d. imprese energivore e gasivore, ovvero quelle a maggior consumo di energia elettrica e gas, ma anche quelle non energivore e non gasivore. Le agevolazioni sono state inserite a più riprese e con i vari decreti che si sono succeduti nei mesi scorsi, per cui il quadro è abbastanza complesso e articolato. In due infografiche si sintetizzano gli aspetti più rilevanti dei bonus.

Tasso di attualizzazione e rivalutazione: dal 1° ottobre 2022 al 2,03%

23/09/2022 - Il Ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato al 2,03% a partire dal 1° ottobre 2022, il tasso da applicare per le operazioni di attualizzazione e rivalutazione ai fini della concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle imprese. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha aggiornato al 2,03% a partire dal 1° ottobre 2022, il tasso da applicare per le operazioni di attualizzazione e rivalutazione ai fini della concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore delle imprese.

Crisi d'impresa: linee guida di comportamento unitarie per gli OCC locali

22/09/2022 - Dall’incontro organizzato dal Consiglio nazionale dei commercialisti con tutti i referenti OCC degli Ordini territoriali della categoria è emerso che deve essere riadeguato il ruolo del Referente degli Organismi di Composizione della Crisi (OCC) degli Ordini territoriali dei commercialisti, alla luce dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, creando una rete di tutti i Referenti d’Italia in grado di stimolare ed elaborare linee guida di comportamento unitarie. Il Consiglio nazionale ha inoltre preannunciato che costituirà apposite commissioni di studio, poste al servizio dell’intera categoria, per affrontare e risolvere eventuali criticità che emergeranno con l’adozione del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza e realizzerà una formazione mirata, indirizzata a tutti i commercialisti, relativa alla risoluzione delle problematiche da sovraindebitamento e di quelle relative alla crisi della piccola impresa. Dall’incontro organizzato dal Consiglio nazionale dei commercialisti con tutti i referenti OCC degli Ordini territoriali della categoria è emerso che deve essere riadeguato il ruolo del Referente degli Organismi di Composizione della Crisi (OCC) degli Ordini territoriali dei commercialisti, alla luce dell’entrata in vigore del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza, creando una rete di tutti i Referenti d’Italia in grado di stimolare ed elaborare linee guida di comportamento unitarie. Il Consiglio nazionale ha inoltre preannunciato che costituirà apposite commissioni di studio, poste al servizio dell’intera categoria, per affrontare e risolvere eventuali criticità che emergeranno con l’adozione del Codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza e realizzerà una formazione mirata, indirizzata a tutti i commercialisti, relativa alla risoluzione delle problematiche da sovraindebitamento e di quelle relative alla crisi della piccola impresa.

Come sarà il controller del futuro? Tra rischi e opportunità

21/09/2022 - La transizione verso un’economia sostenibile passa attraverso la revisione organizzativa dell’azienda ma anche, e forse soprattutto, attraverso l’evoluzione dei ruoli, in primis quello del controller, che dovrà uscire dalla sua area di comfort e guardare al futuro dell’azienda con occhi diversi, avendo cura di aggiornare costantemente i propri metodi e strumenti. L’evoluzione del ruolo punterà essenzialmente su competenze, strumenti tecnologici, condivisione e costante aggiornamento. Il presidente di ANDAF, Agostino Scornajenchi, anticipa a IPSOA Quotidiano alcuni dei temi al centro del VI Forum Pianificazione e controllo, organizzato da ANDAF e Wolters Kluwer, oggi in live streaming. La transizione verso un’economia sostenibile passa attraverso la revisione organizzativa dell’azienda ma anche, e forse soprattutto, attraverso l’evoluzione dei ruoli, in primis quello del controller, che dovrà uscire dalla sua area di comfort e guardare al futuro dell’azienda con occhi diversi, avendo cura di aggiornare costantemente i propri metodi e strumenti. L’evoluzione del ruolo punterà essenzialmente su competenze, strumenti tecnologici, condivisione e costante aggiornamento. Il presidente di ANDAF, Agostino Scornajenchi, anticipa a IPSOA Quotidiano alcuni dei temi al centro del VI Forum Pianificazione e controllo, organizzato da ANDAF e Wolters Kluwer, oggi in live streaming.

Quotidiano Giuridico

Testo unico in materia di istruzione in PDF

30/09/2022 - Scarica l'eBook gratuito contenente il Testo unico in materia di istruzione aggiornato con le modifiche apportate da ultimo da...

Elezioni CNF e candidato ineleggibile: subentra il primo dei non eletti

30/09/2022 - Nelle elezioni del Consiglio Nazionale Forense, un avvocato viene dichiarato ineleggibile e il primo dei non eletti chiede di subentrargli, tuttavia, tale...

L'arte del negoziato, distinguere i diritti dalle motivazioni personali

30/09/2022 - Il secondo principio nel metodo di negoziazione: ''Spostare l’attenzione dalle posizioni formalizzate (i diritti delle parti) agli interessi e ai bisogni che stanno sotto i diritti pretesi''

Speciali

Pace fiscale

Fonte: ipsoa.it

Reddito di cittadinanza

Fonte: ipsoa.it

Quota 100 e pensioni 2019

Fonte: ipsoa.it

Fattura elettronica

Fonte: ipsoa.it

Tariffe Inail 2019

Fonte: ipsoa.it

Auto: ecotassa e bonus 2019

Fonte: ipsoa.it

Fondo Garanzia PMI

Fonte: ipsoa.it

Video

La Mia Biblioteca

La Mia Biblioteca

Guarda i video
Bilancio: tante domande, un unico partner!

Bilancio: tante domande, un unico partner!

Guarda i video
IPSOA inPratica Ademimenti fiscali

IPSOA inPratica Ademimenti fiscali

Guarda i video
IPSOA Big Suite

IPSOA Big Suite

Guarda i video
IPSOA InPratica Adempimenti

IPSOA InPratica Adempimenti

Guarda i video
InPratica Lavoro

InPratica Lavoro

Guarda i video
TuttoLavoro Suite

TuttoLavoro Suite

Guarda i video